ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Norbert Hofer: il volto 'presentabile' dell'estrema destra austriaca

mondo

Norbert Hofer: il volto 'presentabile' dell'estrema destra austriaca

Pubblicità

Poco conosciuto all’estero ma anche nel suo stesso Paese fino a pochi mesi fa, Norbert Hofer è un leader politico di estrema destra, euroscettico. Lui si presenta come il portavoce delle ‘persone normali’ e promette di essere un capo di Stato che gestirà la carica in modo nuovo.

Come è già successo ad altri leader di formazioni di estrema destra in Europa, Hofer ha avuto il compito di svecchiare l’immagine del Partito della Libertà. A differenza del presidente dell’FPÖ, Heinz-Christian Strache, lui non alza la voce. Ma non per questo i suoi toni contro immigrazione, Islam e Unione europea sono meno duri.

45 anni, Hofer dal 2003 è costretto a usare un bastone per camminare a causa di un incidente con il parapendio che gli ha procurato una lesione alla spina dorsale. In un primo momento aveva rifiutato la proposta di candidarsi alle presidenziali per il timore di essere considerato troppo giovane per un ruolo simile.

In campagna elettorale più volte ha ribadito che devono essere gli austriaci i primi a poter accedere al mercato del lavoro e a godere dei servizi sociali in Austria. La retorica xenofoba gli ha inoltre permesso di conquistarsi le simpatie di coloro che ritengono che la legge che limita le richieste di asilo (approvata quest’anno dal governo) non sia sufficiente.

Terzo presidente del Consiglio nazionale, nel 2013 quando venne eletto deputato apparve con un ‘non ti scordar di me’ sul bavero, il simbolo usato dai nazisti in Austria. Poi però precisò che il fiore blu l’aveva scelto come simbolo europeo. Lui che si è sempre dichiarato euroscettico…

A chi lo definisce un lupo travestito da agnello risponde che lui non ha alcun tipo di lana.

Sposato, quattro figli, prima di iniziare la sua carriera politica nel 1994 ha lavorato come sistemista presso Lauda Air.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo