ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Europa League: festeggiano Siviglia ed Emery, Klopp demoralizzato

Sport

Europa League: festeggiano Siviglia ed Emery, Klopp demoralizzato

Pubblicità

L’Europa League è ormai ufficialmente un affare del Siviglia. Il club spagnolo mercoledi’ sera, battendo nell’atto conclusivo a Basilea il Liverpool, ha conquistato il trofeo per il terzo anno consecutivo, per la quinta volta in cinque finali disputate. Nessuno era mai riuscito in quest’impresa.

Entusiasta, post-partita, il tecnico Unai Emery: “I tifosi del Siviglia e il club stesso amano questa competizione. E vogliamo questo trofeo a tal punto, lo desideriamo cosi’ tanto, che alla fine ce lo prendiamo. Siamo molto contenti, è il nostro torneo e siamo nuovamente campioni. La Champions League è un’opportunità di crescita”.

Hanno lasciato la Svizzera a testa bassa invece i Reds. Per l’allenatore Jurgen Klopp, si tratta del quinto k.o. su sei finali disputate, in tutte le competizioni. Un fatto che gli è valso il soprannome di ‘‘eterno secondo’‘.

“Non sono sicuro che ce la faremo, ma ci proveremo ad arrivare in finale anche l’anno prossimo, pur sapendo che potremmo perdere”, ha dichiarato il tedesco. “Ci sono problemi più seri nella vita, ma in questo momento, non mi sembra sia così. E’ davvero dura”.

Subito dopo l’incontro, i vincitori hanno preso un volo per ritornare a Siviglia in nottata. Migliaia di tifosi Sevillistas hanno atteso i loro eroi – e la coppa – all’aeroporto.

Un successo non solo per la città andalusa, ma per l’intero Paese. Per il terzo anno consecutivo, infatti, la Spagna si prende l’Europa League e la Champions, la cui finale si disputerà sabato 28, a San Siro, tra Real e Atletico Madrid.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

traduzione automatica

Prossimo Articolo