ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Venezuela: opposizione consegna (per strada) richiesta referendum, diversi arresti a Caracas

mondo

Venezuela: opposizione consegna (per strada) richiesta referendum, diversi arresti a Caracas

Pubblicità

Nel Venezuela a un passo da baratro, l’opposizione consegna al Consiglio Nazionale Elettorale – nonostante i blocchi della polizia – la richiesta di un referendum contro Nicolas Maduro.

Le immagini in rete mostrano persone ferite o trattenute dalla polizia durante le proteste antichaviste e diverse fonti riferiscono di almeno sette arresti a Caracas.

“Questo governo è tenuto in piedi dai militari e da nessun altro – dice un anziano manifestante – perché l’80% dei venezuelani è per la democrazia”.

“Abbiamo deciso di cambiare – afferma un giovane di Caracas – di revocare costituzionalmente questo governo in modo pacifico, democratico e costituzionale”.

La richiesta del referendum contro il presidente è stata presentata per strada, grazie all’unico oppositore del Consiglio elettorale che ha attraversato Caracas in moto.

Maduro, erede di Hugo Chavez, nei giorni scorsi ha proclamato lo “stato di emergenza economica” e ha mobilitato l’esercito. Secondo la Chiesa venezuelana il 70% della popolazione vive in povertà.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo