ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Veritice Vienna. Accordo per cessate il fuoco in Nagorno-Karabakh tra Armenia e Azerbaigian

mondo

Veritice Vienna. Accordo per cessate il fuoco in Nagorno-Karabakh tra Armenia e Azerbaigian

Pubblicità

Il Presidente armeno Serge Sarkissian e l’azero Ilham Aliev si sono incontrati per la prima volta da quando il conflitto si è aggravato in Nagorno-Karabakh.

A Vienna Stati Uniti, Russia, Francia, sotto l’egida dell’Osce, fanno da mediatori per una distensione tra Armenia ed Azerbaigian sul conflitto nel territorio conteso del Caucaso meridionale. Protagonisti della mediazione sono il Segretario di Stato Americano John Kerry, il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov e il Segretario di Stato francese agli Affari Europei Harlem Désir.

L’incontro ha permesso di evidenziare la comune volontà di stabilire un cessate il fuoco e lanciare un processo di pace. Un prossimo incontro tra le parti è stato fissato per giugno. L’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (Osce) finanziera un piano di monitoraggio per il rispetto della tregua.

Nel mese di aprile sono stati circa 110 i morti nei nuovi, duri scontri scoppiati in Nagorno-Karabakh, sia civili che militari. Si è trattato dei peggiori scontri dalla sottoscrizione del precedente cessate il fuoco, risalente al 1994 e stipulato dopo una guerra che aveva fatto 30.000 morti e centinaia di migliaia di rifugiati, principalmente in Azerbaigian.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo