ULTIM'ORA

Lettura in corso:

L'Australia ci ripensa: niente tassa sui lavoratori stagionali stranieri

economia

L'Australia ci ripensa: niente tassa sui lavoratori stagionali stranieri

Pubblicità

L’Australia fa marcia indietro sulla tassa a carico dei lavoratori stagionali.

Canberra voleva eliminare la no-tax area, valida fino a 18,2 dollari australiani l’ora, per gli stranieri sotto i 26 anni che lavoravano con il visto lavoro-vacanze.

Il governo australiano, imponendo un’aliquota del 32,5% a partire dal primo luglio, stimava di recuperare circa 450 milioni di dollari.

“Non ci sono dubbi, ci sono state critiche sulla tassa ed è per questo che la stiamo rivedendo”, ha detto il premier Malcolm Turnbull.

Ma che cosa ha fatto cambiare idea? Le pressioni dei coltivatori, che fanno affidamento sugli stagionali. Il 2 luglio ci sono le elezioni anticipate e il governo conservatore conta sul voto degli abitanti delle zone rurali.

Inoltre, i lavoratori estivi portano soldi al turismo: 4,3 miliardi di dollari l’anno.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo