ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Esclusivo: lo Yemen degli Huthi

mondo

Esclusivo: lo Yemen degli Huthi

Pubblicità

Stati Uniti e Israele sono acerrimi nemici degli Huthi di Ansar Allah o Partigiani di Dio, movimento politico-religioso armato con base nella città di Saada, nello Yemen del Nord e che dal settembre 2014 occupa anche la capitale yemenita Sanaa.

Le foto dei soldati e dei leader Huthi uccisi durante la guerra campeggiano per le strade di Sanaa insieme con quelle del leader fondatore del movimento, Hussian Al-Houthi. Ucciso nel 2004 dalle forze armate yemenite, fu lui che riuscí a prendere il controllo del paese, fino a quando gli alleati arabi non lo costrinsero a ritirarsi dalle città del sud, confinandone il potere nella capitale e nelle città del Nord.

Gli Huthi portano avanti una rivoluzione popolare contro il regime del presidente Abed Rabbo Mansour Hadi, che reputano corrotto. Paesi arabi ed europei raccontano peró di un colpo di stato per mano degli Huthi contro il legittimo governo del presidente.

Lo Yemen è un paese geograficamente strategico perchè vicino allo stretto di Bab el-Mandeb che collega il Mar Rosso con l’Oceano indiano e consente il passaggio di molte petroliere.

Euronews ha incontrato uno dei più potenti leader del movimento di Ansar Allah, Mohamed Ali Al Houthi, che dirige il Comitato rivoluzionario e che rappresenta la massima autorità nello Yemen. Al Houthi ha detto che il principale nemico per loro sono Israele e Stati Uniti d’America.

Mohamed Al Houthi, leader Huthi e capo del Comitato rivoluzionario:
“Una delle più importanti dichiarazioni fatte dagli israeliane è stata che lo stretto di Bab el-Mandeb per loro rappresenta una minaccia ancora piú forte del programma nucleare iraniano e con questa affermazione è stato rivelato il vero motivo della guerra contro di noi. Tutte le ragioni e le giustificazioni date sul fatto che avessimo delle relazioni con l’Iran, fanno parte del piano di espansione nella regione. Tutto è semplicemente falso.”

Nonostante gli intensi bombardamenti da parte degli alleati guidati dall’Arabia Saudita contro gli Huthi, la loro supremazia nella capitale yemenita Sanaa è ancora forte, occupando istituzioni di governo, militari e finanziarie.

In questa foto, vediamo un uomo, che finge di essere un soldato degli Stati Uniti catturato dagli Huthi.

Le ultime ricerche dimostrano come gli Huthi siano stati in grado di prendere il controllo di circa il 70% della capacità militare yemenita comprese armi qualitative e strategiche, e il controllo degli aeroporti civili e militari.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

traduzione automatica

Prossimo Articolo