ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Juan Diego Flórez, quando la musica dà futuro

musica

Juan Diego Flórez, quando la musica dà futuro

In partnership con

Dare ai bambini un futuro grazie alla forza della musica. Questa è la missione di Juan Diego Flórez e della sua fondazione Sinfonía por el Perú, che spiega:

“La musica può migliorare la vita dei bambini e puo davvero trasformare la società migliorandola”.

Ispirato dal lavoro della rete di musicisti di “El Sistema”, il tenore di fama internazionale ha creato numerose scuole di musica classica nel suo paese natale, il Perù, permettendo a oltre 3500 bambini in condizione di indigenza di imparare a suonare uno strumento o a cantare in un coro.

“Stanno imparando la generosità, la disciplina – racconta il tenore peruviano – suonano per un obiettivo, per l’eccellenza, per la bellezza della musica. La cosa più importante è che stanno acquisendo capacità e valori fondamentali nella vita”.


Flórez con i bambini della Fondazione

“È importante che il pubblico sappia cosa sto facendo. Perché mi conoscono come tenore ma non sanno cosa sto facendo in Perù e voglio farglielo sapere”.


Flórez con i bambini della Fondazione

Questa è una delle ragioni che lo hanno spinto a organizzare il concerto di beneficenza, “Gala Latina” nella Vienna Musikverein.

Flórez è accompagnato da artisti di primo piano, tra cui il basso baritono Erwin Schrott, il mezzo soprano Elisabeth Kulman – accompagnata dall’orchestra sinfonica delle Isole baleari.


Flórez con i bambini della Fondazione

Flórez aggiunge: “Sono molto commosso nel vedere i miei colleghi cantare e impegnarsi è fantastico perché c‘è un sentimento speciale in questo e si sente”.

Flórez con Erwin Schrott al “Gala Latina”

Erwin Schrott fa eco a Flórez: “Per me è sempre un piacere essere invitato a eventi del genere. Siamo qui insieme per il Perù e per i suoi bambini, per il loro futuro. Sono felice di essere qui e di essere parte di questo sogno e desiderio”.


Flórez con Elisabeth Kulman

“Ammiro come Juan Diego – afferma il mezzo soprano Elisabeth Kulman – per come si sia impegnato per dare un futuro a questi bambini, che non hanno molte opportunità, ma attraverso la musica, l’arte, trovano un nuovo obiettivo”.

Juan Diego Flórez segue da vicino i progressi dei suoi alunni, a cui tiene molto:

“I bambini mi dicono: non ho un tetto sulla mia testa, non ho elettricità, non abbiamo acqua, devo camminare 40 minuti per arrivare alla scuola di musica ma sono felice. Questo è molto importante. Questo mi fa stare in vita. Cosa mi auguro? Di crescere ancora, di dare ancora l’opportunità di giocare, di cantare, di riempire il paese di orchestre e cori per sempre più bambini”.

Prossimo Articolo