ULTIM'ORA

Lettura in corso:

È un cuoco ungherese il vincitore del Bocuse d'Oro 2016

mondo

È un cuoco ungherese il vincitore del Bocuse d'Oro 2016

Pubblicità

​Cervo e storione​: questi gli ingredienti principe​ del concorso europeo di quest’anno. A sceglierli la nazione ospite, l’Ungheria.​ È il​ Bocuse d’Oro​ Europa 2016. E Budapest l’ha fatta da padrone a tutti i livelli. Il re dei cuochi si chiama Tamás Széll ed è ungherese. Dietro di lui, la Norvegia e la Svezia.

“Questo risultato è il frutto di tanti tanti anni di lavoro“​ ​ha detto ai microfoni di euronews il vincitore.

Ad affrontarsi a Budapest per la competizione europea sono state 20 Nazioni, rappresentate ciascuna da un cuoco. Per l’Italia c’era Marco Acquaroli.

​Il Bocuse d’Oro è nato nel 1987 per volontà d​i uno dei pilastri della ristorazione francese, ​Paul Bocuse, detentore delle Tre Stelle per 50 anni consecutivi nel ​suo ​ristorante a​lle porte di Lione​.​ ​

Jérome Bocuse, Presidente onorario della competizione, figlio di Paul: “Questa è una gara tra veri chef, non è un reality” spiega. “È una vera competizione, come una gara sportiva, tutto avviene in diretta, sotto gli occhi del pubblico”.

La vittoria al Bocuse d’Oro di Tamás Széll è un fiore all’occhiello per tutta l’Ungheria. “La gastronomia ungherese non si limita al Gulash” commenta la corrispondente di euronews a Budapest, Beatrix Asboth. “Organizzare una competizione come la finale europea del Bocuse d’Oro è un grande successo in sè, ma nel caso dell’Ungheria c‘è una vittoria supplementare. Per la prima volta nella storia del Bocuse d’Oro, è il Paese organizzatore ad aver fornito gli ingredienti principali per entrambe le portate”.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo