ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Iraq: tre attentati vicino a Baghdad, 90 morti

mondo

Iraq: tre attentati vicino a Baghdad, 90 morti

Pubblicità

Giornata di sangue a Baghdad. Tre gli attacchi che hanno avuto luogo questo mercoledí nella capitale irachena. Tre autobombe: una nel mercato affollato di Sadr City, attentato rivendicato dall’ISIL e che ha fatto oltre 60 morti e piú di 80 feriti; un secondo avvenuto all’entrata del quartiere di Kadhimiya, anch’esso sciita, con un bilancio di 15 morti e 33 feriti; e infine un terzo in un distretto a maggioranza sunnita nell’ovest della capitale, con un bilancio di 7 morti e 20 feriti.

In Iraq dal 2014 si assiste a un’escalation di violenza e attentati. La gente è esasperata.

“I giovani vogliono viverci qui – urla un testimone -. Il governo ci dice che coi metal detector rileva gli esplosivi. Mi chiedo, dove sono questi metal detector? Come fanno queste macchine piene di esplosivo a superare i check point?

La lotta contro ISIL è resa piú aspra dal lungo conflitto settario tra sunniti e shiiti, emerso dopo la campagna guidata dagli Usa nel 2003.

L’attacco sferrato questo mercoledí potrebbe anche aumentare la pressione sul primo ministro Haider al-Abadi per risolvere una crisi politica che ha paralizzato il governo per più di un mese.

Secondo il rapporto della Missione di Assistenza delle Nazioni Unite per l’Iraq solo nell’aprile del 2016 il conflitto ha ucciso piú di 700 iracheni e feriti quasi 1.400.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo