ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Speed: Lorenzo domina a LeMans, Rossi è 2°

Fine settimana perfetto per Jorge Lorenzo. Lo spagnolo ha dominato il Gran Premio di Francia dall’inizio alla fine e la seconda vittoria stagionale

Lettura in corso:

Speed: Lorenzo domina a LeMans, Rossi è 2°

Dimensioni di testo Aa Aa

Fine settimana perfetto per Jorge Lorenzo. Lo spagnolo ha dominato il Gran Premio di Francia dall’inizio alla fine e la seconda vittoria stagionale non è mai stata in dubbio. Il campione del mondo è di nuovo in testa al Mondiale.

Dopo avere ottenuto la pole e demolito il record del circuito, Lorenzo ha confermato il suo feeling con il circuito di LeMans conquistando la sua quinta vittoria in Francia. Secondo posto per Valentino Rossi, protagonista dell’ennesima rimonta in gara dopo le difficoltà nelle qualifiche.

Ad aiutare il nove volte campione del mondo ci hanno pensato Marquez e Dovizioso, scivolati assieme fuori pista nel corso del 16esimo giro. Lo spagnolo è riuscito a rientrare ma non è andato oltre il 13esimo posto e ha dovuto così cedere la testa della classifica a Lorenzo, che ora ha 5 lunghezze di vantaggio sul connazionale e 12 su Rossi.

La giornata nera della Ducati è stata completata dalla caduta di Iannone, finito per terra per la terza volta in cinque gare. Ad approfittare di tanti ritiri illustri è stato Maverick Vinales, che ha riportato la Suzuki sul podio dopo sette anni e mezzo.

Gilles Villeneuve e la Ferrari: una storia d’amore infinita

L’8 maggio 1982 il mondo dei motori ha perso uno dei suoi più grandi talenti. Un incidente con la sua Ferrari nelle qualifiche del Gran Premio del Belgio si portò via Gilles Villeneuve.

Non ha mai vinto un titolo mondiale, ma ancora oggi è tra i piloti più amati dai tifosi della Ferrari. La storia d’amora tra Villeneuve e la rossa comincia il 9 ottobre ’77: il canadese viene scelto per sostituire Nikki Lauda nelle ultime due gare della stagione.

Nei cinque anni successivi Villeneuve entra nel cuore di tutti i ferraristi. Le vittorie non sono molte, solo sei, e Gilles riesce a lottare per il titolo solo una volta, nel ’79. Ma con il suo stile di guida aggressivo e spettacolare, spesso criticato dai colleghi, conquista gli appassionati che ne ammirano il coraggio e la voglia di non mollare mai. “E’ un pilota che ha dato tanta notorietà alla Ferrari. Io gli volevo bene” dirà dopo la sua morte Enzo Ferrari, esprimendo così il sentimento di tutti i tifosi.

Da quel giorno di 34 anni fa il mondo dei motori si è evoluto, soprtattutto per quanto riguarda la sicurezza in pista. La prossima storia ne è un esempio perfetto. Nel corso di una sessione di prove in Texas il brasiliano Sidnei Frigo si è schiantato con il suo dragster a 350 chilometri orari. Il pilota se l‘è cavata miracolosamente con un braccio rotto.