ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Brasile: Senato avvia l'iter per l'impeachment di Dilma Rousseff

I senatori brasiliani hanno avviato le discussioni sull’impeachment di Dilma Rousseff: un iter piuttosto articolato, che vede un primo voto, nelle

Lettura in corso:

Brasile: Senato avvia l'iter per l'impeachment di Dilma Rousseff

Dimensioni di testo Aa Aa

I senatori brasiliani hanno avviato le discussioni sull’impeachment di Dilma Rousseff: un iter piuttosto articolato, che vede un primo voto, nelle prossime ore, da parte della Commissione per mandare il provvedimento in plenaria, e poi il voto della Camera alta l’11 maggio. Il relatore della Commissione speciale ha presentato ai 21 membri della Commissione il rapporto, raccomandando la prosecuzione dell’iter:

“La Commissione speciale sull’impeachment denuncia per crimini passibili di impeachment la Presidente della Repubblica, Dilma Vana Rousseff, per aver aperto linee di credito straordinarie con decreto presidenziale, senza autorizzazione parlamentare”.

Se la maggioranza del Senato voterà per l’impeachment, la presidente verrà sospesa dall’incarico per sei mesi, durante i quali il Senato svolgerà un’approfondita inchiesta, al termine della quale l’impeachment, per diventare definitivo, dovrebbe essere votato dai due terzi dei senatori.

“Oggi in Brasile c‘è un movimento per l’impeachment contro il qualle combatto e combatterò in tutte le istanze e in tutti i modi possibili – ha detto Dilma Rousseff -: perché sono tranquilla nella consapevolezza di non aver commesso alcun delitto passibile di impeachment”.

Le accuse al centro dell’impeachment non hanno nulla a che fare con l’inchiesta in corso sui fondi neri Petrobras, nel corso della quale il procuratore generale ha ora chiesto una nuova indagine sulla presidente Rousseff e il suo predecessore Lula, per aver ostacolato la giustizia.