ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Airbag difettosi, la giapponese Takata verso nuovi richiami in officina

Il caso degli airbag difettosi di Takata si allarga a macchia d’olio. Il produttore giapponese ha confermato che richiamerà almeno altri 35 milioni

Lettura in corso:

Airbag difettosi, la giapponese Takata verso nuovi richiami in officina

Dimensioni di testo Aa Aa

Il caso degli airbag difettosi di Takata si allarga a macchia d’olio. Il produttore giapponese ha confermato che richiamerà almeno altri 35 milioni di dispositivi. I nuovi ritorni in officina andranno ad aggiungersi ai 28,8 milioni di airbag montati su 24 milioni di vetture già interessate negli Stati Uniti. Dietro la mossa le indagini delle autorità per la sicurezza stradale, secondo cui sta a Takata dimostrare che gli airbag in circolazione sono sicuri. Il difetto, che può far esplodere il palloncino con forza eccessiva scagliando schegge nell’abitacolo, è già stato collegato a 11 decessi.