This content is not available in your region

I tassisti portoghesi contro Uber. In migliaia bloccano il traffico

Access to the comments Commenti
Di Lilia Rotoloni
I tassisti portoghesi contro Uber. In migliaia bloccano il traffico

<p>La protesta dei tassisti contro Uber arriva anche in Portogallo.</p> <p>A Lisbona migliaia di vetture pubbliche hanno bloccato le principali arterie. </p> <p>Le accuse contro la società statunitense sono sempre le stesse: concorrenza sleale e dumping sociale. </p> <p>Un tassista spiega:</p> <p><em>Se Uber fosse una piattaforma normale di servizio ai clienti raggiungeremmo un accordo. È già successo con altre aziende. Il problema è che non rispettano la legge. Danno lavoro ad autisti che non sono legalmente dei tassisti.</em></p> <p>Manifestazioni analoghe con taxi a passo d’uomo, si sono svolte anche a Porto, a Faro e in altre città. </p> <h3>tutti devono rispettare le regole</h3> <p>Le organizzazioni di categoria non chiedono sovvenzioni, ma semplicemente che le normative sul lavoro vengano applicate. </p> <p>Il governo socialista ha appeno stanziato 17 milioni di euro per permettere un ammodernamento del settore, gesto definito insufficiente dalla categoria. </p> <p>I sindacati fanno notare che i tassisti Uber non pagano assicurazioni, né licenza, né tasse e hanno sottratto il 20% del mercato a chi è in regola con la legge.</p>