ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Brexit. I migranti, tema di campagna per il sì all'uscita dall'Unione europea

Brexit e migranti. Nel campo del sì all’uscita del Regno unito dall’Unione europea questi due temi si confondono sempre più. Per il leader

Lettura in corso:

Brexit. I migranti, tema di campagna per il sì all'uscita dall'Unione europea

Dimensioni di testo Aa Aa

Brexit e migranti.

Point of view

essere nell'Ue e avere un'immigrazione incontrollata sono tutt'uno

Nel campo del sì all’uscita del Regno unito dall’Unione europea questi due temi si confondono sempre più.

Per il leader populista xenofobo Nigel Farage le presunte orde pronte a invadere il paese, con il beneplacito di Bruxelles, sono l’arma definitiva:

Questo è un passaporto britannico, e quali sono le prime parole che ci sono stampate sopra? Unione europea. Da quando è entrato in vigore il trattato di Maastricht siamo cittadini dell’Unione europea. In questa campagna dobbiamo far capire che essere nell’Unione europea e avere un’immigrazione incontrollata sono tutt’uno. Dobbiamo spiegare alla gente che con questo referendum si decide chi controllerà le nostre vite, le nostre leggi e i nostri confini.

Gli ha risposto indirettamente la cancelliera tedesca Angela Merkel da Berlino, in una conferenza stampa congiunta con il premier lettone Māris Kučinskis:

Ognuno parla dalla sua personale prospettiva. E così faccio anch’io. Auspichiamo una Gran Bretagna forte e fiorente all’interno dell’Unione europea. Ma la decisione finale spetta agli elettori del Regno unito.

IN contro OUT

E giustamente il campo del sì e quello del no si preparano all’allungo finale. Si vota il 23 giugno.

Il governo si è espresso per il mantenimento nell’Unione. In caso di vittoria del no una crisi politica è possibile.