This content is not available in your region

La sorella di Nadia Savchenko, bloccata in Russia e poi autorizzata a tornare in Ucraina

Access to the comments Commenti
Di Euronews
La sorella di Nadia Savchenko, bloccata in Russia e poi autorizzata a tornare in Ucraina

<p>Una vittima collaterale del caso <a href="https://it.wikipedia.org/wiki/Nadija_Sav%C4%8Denko"><strong>Nadia Savchenko</strong></a> . Adesso è la sorella della top gun ucraina, Vira, ad avere problemi con la giustizia di Mosca. </p> <p>Presente in Russia per assistere la sorella, <strong>Vira Savchenko</strong> è stata accusata di oltraggio alla corte ed è riuscita a rientrare in Ucraina solo con l’intervento di un alto diplomatico del suo paese cha sarebbe riuscito ad evitare la confisca del suo passaporto.</p> <p>L’accordo sull’estradizione di Nadia sarebbe stato raggiunto, ma è sottoposto a lungaggini amministrative. </p> <p>L’avvocato dell’imputata, Mark Feygin, ha dichiarato:</p> <p><em>La mia cliente è in sciopero della fame e chiede con insistenza un procedimento più rapido. Gli avvocati e le autorità ucraine non possono fare nulla in questo senso perché non dipende da loro. La procedura per l’estradizione è già in corso, ma c‘è da considerare il tempo della burocrazia, il problema è questo.</em></p> <p>Nadia Savchenko è accusata di concorso nell’omicidio di due giornalisti russi inviati a coprire il conflitto separatista nell’est dell’Ucraina. </p> <p>Nel giugno di due anni fa, l’ex pilota militare avrebbe fornito le coordinate per l’attacco a colpi di mortaio nel corso del quale persero la vita <strong>Igor Kornelyuk</strong> e <strong>Andrei Kondrashov</strong>, i due cronisti di Mosca inviati nel Donbass.</p>