ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: nuove manifestazioni contro la riforma del lavoro, 500.000 in strada

Nuova giornata di mobilitazione in tutta la Francia contro la riforma del Lavoro. Centosettantamila manifestanti secondo le autorità, mezzo milione

Lettura in corso:

Francia: nuove manifestazioni contro la riforma del lavoro, 500.000 in strada

Dimensioni di testo Aa Aa

Nuova giornata di mobilitazione in tutta la Francia contro la riforma del Lavoro. Centosettantamila manifestanti secondo le autorità, mezzo milione secondo i sindacati. Nonostante le modifiche apportate al progetto di legge El Khomri, per sette sindacati resta inaccettabile. Uno dei punti bocciati è la possibilità che gli accordi aziendali prevalgano sui contratti di categoria anche se sfavorevoli ai lavoratori.

“Restiamo determinati affinché il progetto venga completamente rimaneggiato, modificato, e non lo è ancora”, afferma Jean-Claude Mailly,leader di Force Ouvrière, terza organizzazione sindacale del Paese. “Le concessioni del governo non bastano”.

“Ogni volta che i sindacati sono uniti, le opportunità di vincere sono maggiori”, sostiene Philippe Martinez, capo della CGT, primo sindacato francese. “È stato il caso dei precari dello spettacolo e della cultura (i cosiddetti “intermittents”), la loro mobilitazione ha permesso che i datori di lavoro proponessero un testo accettabile per i sindacati”.

A margine delle manifestazioni di Parigi e altre città come Lione e Marsiglia alcuni scontri con le forze dell’ordine, oltre 100 le persone fermate.

L’Unef, il principale sindacato studentesco, ha denunciato “l’uso sproporzionato della forza da parte della polizia”. Martedì prossimo si aprirà il dibattito parlamentare sul progetto di legge, due giorni dopo la Festa del Lavoro.