ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Arabian Travel Market, il turismo in Medio Oriente fa i conti con l'instabilità

Ultimo giorno dell'Arabian Travel market a Dubai, la fiera del turismo più importante in Medio Oriente.

Lettura in corso:

Arabian Travel Market, il turismo in Medio Oriente fa i conti con l'instabilità

Dimensioni di testo Aa Aa

Ultimo giorno dell’Arabian Travel market a Dubai, la fiera del turismo più importante in Medio Oriente. Tra gli stand anche quello dell’Arabia Saudita, che riscopre questa risorsa ora che il prezzo del petrolio è in ribasso. Porte aperte dunque ma non per tutti, solo per selezionate categorie di turisti come spiega il Principe sultano Bin Salman, Capo della commissione per il turismo e i beni culturali:

“Abbiamo chiesto al governo di reintrodurre il programma “Scopri l’Arabia Saudita”, con il quale sono stati fatti viaggi fantastici. L’Arabia Saudita rappresenta per molti una bella scoperta nonostante la stampa sia negativa su di noi. L’Arabia Saudita è sempre nell’occhio del ciclone per questioni regionali o internazionali … siamo sempre stati guardati al miscroscopio”.

L’associazione italiana turismo responsabile ad esempio ha sospeso tutti i viaggi in Egitto fin quando non sarà fatta chiarezza sulla morte del ricercatore italiano. L’Egitto fa i conti con l’instabilità interna ma Mohamed Yehia Rashed, ministro per il Turismo difende quanto fatto finora:

“Abbiamo aumentato la sicurezza in tutti gli aeroporti, rispettiamo tutte le regole internazionali e certo è un processo in corso. L’Egitto ha combattutto il terrorismo per rendere il mondo più sicuro e oggi l’Egitto sta favorendo il turismo per il mondo intero”

L’instabilità dell’area ha finito per penalizzare anche il turismo in Giordania. I visitatori dai Paesi arabi sono diminuti del 14%, mentre i turisti europei hanno fatto registrare il meno 20,5%. Il ministro giordano Nayef Al Fayez ci tiene a sottolineare che non bisogna fare generalizzazioni:

“Il Medio Oriente non è uno, è composto da 22 Paesi ciascuno ha le sue unicità, le sue differenze”.

Ottantasei i paesi presenti alla fiera, 26 mila i visitatori per una quattro giorni dedicata al turismo in cui l’anno scorso sono stati conclusi affari per oltre 2 miliardi di euro.

Dalla nostra corrispondente a Dubai, Rita Del Prete