ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli armeni commemorano le vittime dei massacri del 1915 per mano delle forze ottomane

Decine di migliaia di persone hanno riempito le strade di Ierevan, capitale armena, per commemorare le vittime delle violenze compiute dalle forze

Lettura in corso:

Gli armeni commemorano le vittime dei massacri del 1915 per mano delle forze ottomane

Dimensioni di testo Aa Aa

Decine di migliaia di persone hanno riempito le strade di Ierevan, capitale armena, per commemorare le vittime delle violenze compiute dalle forze ottomane nel 1915.

Tra massacri e deportazioni morirono migliaia di persone. Duecentomila morti secondo fonti turche mentre quelle armene sostengono che le vittime furono almeno 2 milioni e mezzo.

“Chiediamo alla Turchia – dice una manifestante – il riconoscimento del genocidio armeno come un crimine contro l’umanità, subito dai nostri antenati.
Chiediamo inoltre il risarcimento per le perdite sopportate dalla popolazione armena.”

La Turchia però non ha mai accettato la definizione di genocidio, sostenendo che le uccisioni compiute dall’impero Ottomano erano una risposta durante la Prima guerra mondiale al passaggio dei battaglioni di armeni all’esercito russo.
Ankara si è detta favorevole all’stituzione di una commissione internazionale di storici.