ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Armenia, 101 anni fa l'uccisione del suo popolo a opera dei turchi. Ierevan rivendica il "genocidio"

L’Armenia continuerà a chiedere all’intera comunità internazionale di riconoscere il genocidio del suo popolo. Lo ha detto il premier Hovik

Lettura in corso:

Armenia, 101 anni fa l'uccisione del suo popolo a opera dei turchi. Ierevan rivendica il "genocidio"

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Armenia continuerà a chiedere all’intera comunità internazionale di riconoscere il genocidio del suo popolo.

Lo ha detto il premier Hovik Abrahamyan in occasione della cerimonia per l’anniversario del massacro, che si è svolta a Erevan.

Alla commemorazione del “Metz Yeghern” – il Grande Male in armeno – erano presenti anche Charles Aznavour, di origini armene, e George Clooney.

L’attore americano è da sempre un sostenitore della necessità di chiamare “genocidio” l’uccisione del popolo armeno perpetrata dai turchi nel 1915.

Per gli armeni un secolo fa gli ottomani compirono una vera e propria pulizia etnica, massacrando circa un milione e mezzo di persone soprattutto nelle regioni anatoliche, perché rappresentavano un ostacolo al progetto di una Grande Turchia.

Un’interpretazione fortemente contestata da Ankara sul piano storico e giuridico.