ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bruxelles un mese dopo

Prova a tornare alla normalità Bruxelles, un mese dopo gli attentati che hanno causato la morte di 32 persone e il ferimento di altre 300. È entrato

Lettura in corso:

Bruxelles un mese dopo

Dimensioni di testo Aa Aa

Prova a tornare alla normalità Bruxelles, un mese dopo gli attentati che hanno causato la morte di 32 persone e il ferimento di altre 300.

È entrato nuovamente in funzione il trasporto ferroviario verso l’aeroporto di Zaventem ma le operazioni di check-in si svolgono ancora in un salone provvisorio.

Nello scalo si erano fatti esplodere due attentatori, un’ora prima della deflagrazione nella metropolitana.

Uno dei due jihadisti, Najim Laachraoui, è stato tra l’altro identificato da diversi ex ostaggi francesi, rapiti nel 2013-2014 in Siria, come il loro carceriere.

Riapre al pubblico lunedì anche la stazione della metropolitana di Maelbeek, uno dei luoghi colpiti dai kamikaze. I parlamentari della Commissione d’inchiesta si sono raccolti per un minuto di silenzio e hanno deposto una corona di fiori per ricordare le vittime, prima di visitare la stazione ancora in corso di restauro.