ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

FBI: "Decriptare l'Iphone è costato caro ma ne è valsa la pena"

L’FBI ha dribblato Apple ma decriptare l’IPhone 5 di uno dei killer di San Bernardino, creando un precedente in fatto di sicurezza e privacy è

Lettura in corso:

FBI: "Decriptare l'Iphone è costato caro ma ne è valsa la pena"

Dimensioni di testo Aa Aa

L’FBI ha dribblato Apple ma decriptare l’IPhone 5 di uno dei killer di San Bernardino, creando un precedente in fatto di sicurezza e privacy è costato caro.

Ospite a Londra dell’Aspen Security Forum il direttore dell’FBI James Comey ha dato qualche indizio per valutare il valore in denaro dell’operazione.

Moderatrice: “Quanto avete pagato per questo software?”.

Comey: “Molto”

Moderatrice: “Veramente?”

Comey: “Diciamo che è più di ciò che io guadagnerò nei prossimi sette anni e 4 mesi di lavoro, di sicuro. Ma secondo me ne è valsa la pena”.

Apple aveva chiuso la porta ai federali, convinta che permettere il decriptaggio dei suoi telefoni significhi arretrare sui diritto alla privacy di tutti coloro che li posseggono. Il braccio di ferro tra l’azienda di Cupertino e l’FBI ha accesso il dibattito negli Stati Uniti. Nel Paese sono circa 16 milioni gli IPhone 5 in circolazione che funzionano con il finora impenetrabile software IOS 9.