ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pnr, il registro dei passeggeri aerei approvato da Consiglio Ue

Dopo anni di stallo, il registro dei passeggeri aerei è ormai realtà. Dopo l’ok dell’Europarlamento da Lussemburgo arriva anche il via libera dei 28

Lettura in corso:

Pnr, il registro dei passeggeri aerei approvato da Consiglio Ue

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo anni di stallo, il registro dei passeggeri aerei è ormai realtà. Dopo l’ok dell’Europarlamento da Lussemburgo arriva anche il via libera dei 28 ministri dell’Interno europei.

Nei prossimi mesi tutti i dati dei passeggeri dei voli internazionali e con ogni probabilità anche europei saranno condivisi tra gli Stati membri. Ad eccezione della Danimarca, che ha optato per il no al PNR. Per l’esecutivo europeo si tratta di un risultato importante come ha spiegato Dimitri Avramopulos:“Il PNR è un passo avanti nell’ottica di arrivare a una reale unione per la sicurezza. Dobbiamo avere maggiore fiducia e soprattutto condividere di più le informazioni. E’ arrivato il momento di adottare un cambiamento di cultura. E’ finito il tempo degli annunci, ora è il momento di agire”.

Nonostante l’appello del Commissario Avramopoulos ora la parola spetta ai singoli Stati membri che dovranno applicare il registro attraverso apposite leggi nazionali. Un processo che potrebbe richiedere fino a due anni.