ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le hostess Air France possono rifiutarsi di volare in Iran per non indossare il velo

Parigi e Teheran sono più vicine con i voli diretti di Air France che sono ripresi, dopo otto anni di stop. I collegamenti sono ripartiti dopo la

Lettura in corso:

Le hostess Air France possono rifiutarsi di volare in Iran per non indossare il velo

Dimensioni di testo Aa Aa

Parigi e Teheran sono più vicine con i voli diretti di Air France che sono ripresi, dopo otto anni di stop.
I collegamenti sono ripartiti dopo la revoca delle sanzioni internazionali, a seguito dell’intesa sul programma nucleare iraniano. La regola del velo per le hostess aveva innescato una polemica e una ribellione di una parte del personale femminile. La controversia è stata risolta: le hostess possono rifiutarsi di volare in Iran per non dover indossare il velo per scendere dall’aereo senza subire decurtazione dallo stipendio o segnalazioni.

“Una volta a Teheran indosserò il velo”, spiega Laurence Priard, hostess, “perché lo prevede la legge del Paese, la tolleranza e il rispetto dei costumi e delle differenti culture è parte dei valori di Air France”.

La linea della compagnia è che tutti gli equipaggi “come altri visitatori stranieri, devono rispettare le leggi dei paesi in cui viaggiano”. La regola del velo è già in vigore per certe destinazioni, ad esempio l’Arabia Saudita.