ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Champions: cautela di Simeone, semifinale non sarà facile per l'Atletico Madrid

L’Atletico Madrid assapora di nuovo il sogno di poter vincere la Champions League dopo aver eliminato il Barcellona detentore del titolo. Grazie alle

Lettura in corso:

Champions: cautela di Simeone, semifinale non sarà facile per l'Atletico Madrid

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Atletico Madrid assapora di nuovo il sogno di poter vincere la Champions League dopo aver eliminato il Barcellona detentore del titolo. Grazie alle due reti di Antoine Griezmann nel match di ritorno, i finalisti del 2014 aspettano di sapere quale sarà il loro prossimo avversario. Simeone resta cauto:

“Per noi nulla è facile. Siamo ben consapevoli del fatto che il Manchester City abbia un forte potere economico e giocatori straordinari”, ha commentato Diego Simeone. “Per quanto riguarda il Real Madrid e il Bayern Monaco sono squadre con grande storia alle spalle. Essere fra le migliori quattro in Europa per l’Atletico Madrid è un passo importante”.

Per il Barça che in campionato ha collezionato due sconfitte e un pareggio nelle ultime tre partite, sfuma il “triplete”, campionato, coppa di Lega e Champions. E nella Liga, Atletico e Real hanno accorciato le distanze.

“Davanti a noi abbiamo due competizioni e dobbiamo migliorare le nostre prestazioni se vogliamo vincere”, ha affermato Luis Enrique. “Secondo me sono due obiettivi allettanti cui occorre attribuire il valore che hanno. Qualsiasi allenatore al mondo riterrebbe un successo vincere questi due titoli ed è quello che mi auguro. Tutti noi dobbiamo migliorare, a partire da me”.

Soddisfatto del risultato del Bayern Monaco, 2-2 nel ritorno dopo la vittoria all’andata con il Benfica il tecnico Pep Guardiola. Ora si punta alla finale, ha aggiunto Guardiola, quella mancata lo scorso anno per via dell’eliminazione in semifinale.

“Da quello che ho letto in Germania in questi ultimi mesi so che se non vinciamo la Champions sarà un lavoro incompleto per i nostri tifosi, noi allenatori siamo lì per vincere titoli, per vincere il più possibile. Non credo che otterrò di nuovo come tecnico i numeri che ho raggiunto negli ultimi anni nella mia vita”.

Venerdì la suspense finirà con il sorteggio delle semifinali.