ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: negoziati riprenderanno dopo elezioni, al Nusra tenta di isolare Aleppo

L’esercito siriano, appoggiato dall’aviazione russa, cerca di impedire ai jihadisti di al Nusra di tagliare la strada verso Aleppo. A Damasco

Lettura in corso:

Siria: negoziati riprenderanno dopo elezioni, al Nusra tenta di isolare Aleppo

Dimensioni di testo Aa Aa

L’esercito siriano, appoggiato dall’aviazione russa, cerca di impedire ai jihadisti di al Nusra di tagliare la strada verso Aleppo. A Damasco, intanto, il regime prova a garantire un voto quanto più possibile ampio, prima della ripresa dei negoziati a Ginevra in programma il 15 aprile.

Le elezioni parlamentari potrebbero coincidere con un’offensiva su larga scala dell’Isil, che a sua volta preparerebbe la ritirata da Raqqa per concentrare le forze in Iraq, secondo quanto riporta il capo di Stato Maggiore delle Forze Armate russse, Sergej Rudskoj.

Sul fronte diplomatico l’inviato dell’Onu, Staffan de Mistura, dopo avere incontrato a Damasco il ministro degli Esteri siriano, Walid al Moallem, ammette che la prossima tornata di negoziati sulla Siria sarà “cruciale”. Sul tavolo la questione della transizione politica, tema al centro dello scontro tra Assad, i suoi oppositori e la comunità internazionale.

“Chi deve decidere, noi o loro? Come può, qualcuno chiuso in un hotel a cinque stelle, venire qui e prendere il potere?”, dice un abitante della capitale vicino al regime.

“Per i governatorati che affrontano elevati problemi di sicurezza, come le periferie di Aleppo e Deir al-Zor – spiega Hisham al-Shaar, capo del comitato elettorale – apriremo molti centri elettorali in modo da garantire a tutti il diritto di voto”.

Deir al-Zor, dove 200mila civili hanno bisogno urgente di generi di prima necessità, resta sotto assedio. Un aereo russo del Programma alimentare ha paracadutato 26 casse di aiuti alimentari sufficienti a sfamare 2.500 persone.