ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

India, cinque fermati per l'incendio al tempio

Da chiarire se hanno delle colpe per il fuoco divampato a causa dei fuochi d'artificio.

Lettura in corso:

India, cinque fermati per l'incendio al tempio

Dimensioni di testo Aa Aa

I primi scoppi diventano rapidamente una vampa di fuoco e un momento di festa si è trasformato in tragedia, sabato, al tempio di Puttingal Devi, nella regione indiana del Kerala. Lo spettacolo pirotecnico organizzato per il capodanno indù ha scatenato un devastante incendio.

La polizia indiana ha fermato cinque persone, tra addetti al tempio e dipendenti dell’azienda di fuochi d’artificio, per accertarne eventuali responsabilità. Le autorità hanno aperto un’inchiesta per omicidio volontario.

Sono oltre 100 le persone morte, quasi 400 i feriti, alcuni dei quali in condizioni critiche.

“Eravamo venuti con la famiglia, eravamo contenti. Stavamo seduti lì quando il fuoco è divampato. Una grossa pietra ha colpito mio fratello sulla testa”.

Il primo ministro indiano, Narendra Modi, è stato in uno degli ospedali dove sono ricoverati i feriti e ha assicurato tutto l’impegno del governo federale a sostegno del Kerala. Organizzando, se necessario, trasporti a Mumbai, Dehli o altre città meglio attrezzate per i casi più gravi.