ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Caso Regeni: l'Italia prepara nuovi passi per avere tabulati

L’Italia valuta i prossimi passi da compiere, dopo la rottura con l’Egitto sul caso Regeni.

Lettura in corso:

Caso Regeni: l'Italia prepara nuovi passi per avere tabulati

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Italia valuta i prossimi passi da compiere, dopo la rottura con l’Egitto sul caso Regeni. Il Cairo esprime “irritazione” dopo il richiamo dell’ambasciatore italiano, per “l’orientamento politico” con il quale Roma sta ora affrontando il caso.
Da parte italiana si lamenta l’incompletezza del dossier consegnato dagli egiziani, in particolare l’Italia

“La delegazione egiziana ha ribadito il suo rifiuto a questa richiesta, perché viola la legge e la Costituzione, e in nessun caso consegneremo quei dati”, ha detto il vice-procuratore generale egiziano, di ritorno al Cairo dopo la rottura consumatasi al vertice bilaterale di Roma.

Gli inquirenti italiani hanno chiesto i tabulati di una decina di utenze, oltre al traffico di alcune celle e ai video delle telecamere di sorveglianza. Gli egiziani rispondono di non poter mettere a disposizione dati privati di migliaia di persone, l’Italia ribadisce che l’analisi delle celle si fa in tutti i Paesi, anche in quelli più attenti alla privacy e si prepara a una nuova rogatoria. Nel Regno Unito intanto una ricercatrice tenta di tirare in ballo il governo britannico: una petizione, che chiede a Londra di assicurarsi che l’indagine sia corretta, ha già raggiunto quasi diecimila firme, soglia che impone all’esecutivo di rispondere.