This content is not available in your region

Turchia: hacker pubblicano in rete i dati di 50 milioni di persone

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Turchia: hacker pubblicano in rete i dati di 50 milioni di persone

<p>La Procura di Ankara indaga sul furto di dati personali di quasi 50 milioni di cittadini Turchi. La violazione risale, probabilmente, al 2009/2010. Le informazioni comprendono la data di nascita, l’indirizzo, il numero della carta d’identità e i nomi dei genitori di 49 milioni e 600mila persone. Gli hacker hanno pubblicato i dati su un sito che si prende gioco del Presidente Recep Tayyip Erdogan.</p> <p>Sul portale sono stati messi in primo piano i dossier di Erdogan, del premier Ahmet Davutoglu e dell’ex presidente Abdullah Gul.</p> <p>“Il Cyber crimine è una grave minaccia per il mondo intero. La protezione dei dati personali, che è affidata allo Stato, è sempre più importante – ha detto il premier Davutoglu – In qualità di Primo ministro, i miei dati personali sono privati e importanti così come le informazioni che riguardano qualsiasi altro cittadino turco. In conclusione, adotteremo tutte le misure necessarie per proteggere le informazioni personali”.</p> <p>Le prime indiscrezioni sulle dimensioni dello scandalo erano circolate 24 ore prima sulla stampa statunitense. Non è la prima volta che il Paese entra nel mirino degli hacker: nel dicembre scorso, Anonymous aveva annunciato che avrebbe continuato a lanciare attacchi ai sistemi informatici turchi.</p> <blockquote class="twitter-tweet" data-lang="it"><p lang="it" dir="ltr">Hacker violano database: rubati i dati di 50 milioni di turchi <a href="https://t.co/XHBDXUXaM9">https://t.co/XHBDXUXaM9</a> <a href="https://t.co/jApsHecjKF">pic.twitter.com/jApsHecjKF</a></p>— Corriere della Sera (@Corriere) <a href="https://twitter.com/Corriere/status/717094337004351493">4 aprile 2016</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script>