ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa. Trasgender, governatore Georgia blocca legge discriminatoria

Che sia una questione di convinzioni come lui sostiene o piuttosto di pressioni, come lascia intendere la stampa statunitense, il governatore della

Lettura in corso:

Usa. Trasgender, governatore Georgia blocca legge discriminatoria

Dimensioni di testo Aa Aa

Che sia una questione di convinzioni come lui sostiene o piuttosto di pressioni, come lascia intendere la stampa statunitense, il governatore della Georgia Nathan Deal ha posto il veto alla controversa legge che avrebbe limitato i diritti di lesbiche, gay, bisessuali, transgender (Lgbt).

Un testo che, ispirato al principio delle libertà religiose, avrebbe di fatto reso legale ogni forma di discriminazione nei confronti della comunità Lgbt da parte delle organizazioni religiose. Una petizione contro il testo era stata firmata da comuni cittadini e da personaggi del mondo dello spettacolo.

“Per quanti tra coloro che, nella comunità religiosa, hanno fatto ricorso agli insulti nei confronti delle mie convinzioni e del mio carattere e per quanti tra coloro che, nel mondo del business, hanno minacciato di ritirare la propria attività dal nostro Stato: queste persone devono sapere che io non reagisco affatto bene nè agli insulti nè alle minacce” ha detto Deal per spiegare la propria scelta, dettata a suo dire dalla volontà di evitare ogni discriminazione nello Stato.

Il testo aveva tuttavia fatto arricciare il naso giganti come Walt Disney e Marvel, Coca-Cola o Ups fino alla lega del football americano che avevano minacciato di boicottare la Georgia.

Un’aria simile tira in North Carolina. La città di Charlotte aveva adottato una legge che permetta alle persone transgender di utilizzare i bagni pubblici indipendentemente dal loro sesso di nascita, ma il governatore repubblicano Pat McCrory ha ratificato un testo che di fatto impedisce a tutte le contee di votare leggi anti-discriminatorie. E sul tema è stata depositata una causa federale.