ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Midnight Special", la battaglia di un padre

Lettura in corso:

"Midnight Special", la battaglia di un padre

Dimensioni di testo Aa Aa

È una paternità particolare quella al centro di “Midnight Special”. Roy cerca di proteggere suo figlio Alton, un ragazzo dotato di speciali poteri

È una paternità particolare quella al centro di “Midnight Special”. Roy cerca di proteggere suo figlio Alton, un ragazzo dotato di speciali poteri, da una setta religiosa e da una task force del governo.

Il thriller di fantascienza è il quarto film di Jeff Nichols e la sua quarta collaborazione con Michael Shannon.

Secondo l’attore, il personaggio di Roy si aggrappa alla convinzione che, come padre, sia suo dovere difendere il ragazzo.
“Tutti cerchiamo di rispondere alle annose domande ‘Perché siamo qui?’ ‘Qual è il senso?’. Credo che Roy, nel film, fosse già attanagliato da queste domande prima di avere un figlio e che poi, dopo aver avuto Alton, capisca che questo gli dà quello scopo che la sua vita non aveva avuto fino ad allora. E questo – ammette Shannon – è qualcosa in cui posso identificarmi anch’io come padre.”

Il giovane attore Jaeden Lieberher, che interpreta Alton, afferma che lavorare con Shannon come padre è stato come frequentare un master.
“Conoscendolo, stando sul set con lui ogni giorno e girando le diverse scene con lui, ho capito com‘è veramente. È proprio una persona simpatica e un bravo papà e il fatto che sia padre davvero ci ha reso più facile andare d’accordo.”

Dopo la presentazione alla Berlinale, dove era in gara per l’Orso d’Oro, “Midnight Special” è uscito in Francia e negli Stati Uniti a metà marzo e approderà nelle sale di altri Paesi europei nel corso del mese di aprile.