ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Idomeni, tensione con le forze dell'ordine dopo la protesta dei migranti

A Idomeni è salita ieri la tensione tra migranti e forze dell’ordine elleniche mentre le autorità di Atene cercano di trasferire migliaia di persone

Lettura in corso:

Idomeni, tensione con le forze dell'ordine dopo la protesta dei migranti

Dimensioni di testo Aa Aa

A Idomeni è salita ieri la tensione tra migranti e forze dell’ordine elleniche mentre le autorità di Atene cercano di trasferire migliaia di persone in base agli accordi raggiunti da Unione Europea e Turchia.

A complicare la situazione, la falsa informazione secondo la quale la frontiera con l’Ex-Repubblica-Jugoslava di Macedonia (Fyrom), ormai chiusa da settimane, sarebbe stata aperta domenica per lasciar transitare i rifugiati.

“Ieri una donna ha partorito qui nel campo, e prima c’era stato un altro parto” racconta Hana, una ragazza siriana di Damasco. “Il bambino ha 12 giorni e vive in condizioni che non augurerei ad un animale. È inaccettabile. Siamo esseri umani, abbiamo dei diritti. Ecco perchè siamo qui oggi e continueremo a protestare fino a quando non verranno riaperte le frontiere” dice.

Sul territorio greco si trovano attualmente più di 50.200 migranti secondo il governo di Atene. Circa 11.000 persone sono bloccate da settimane nel campo provvisorio di Idonemi. Finora poche centinaia quelle trasferite nei vari hotspot del Paese da dove saranno nella maggior parte dei casi esplulse verso la Turchia.