ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Najim Laachraoui reclutava giovani per l'ISIL

Emergono nuovi dettagli sul ruolo di Najim Laachraoui negli attentati di Bruxelles e di Parigi. L’uomo, che si è fatto esplodere all’aeroporto della

Lettura in corso:

Najim Laachraoui reclutava giovani per l'ISIL

Dimensioni di testo Aa Aa

Emergono nuovi dettagli sul ruolo di Najim Laachraoui negli attentati di Bruxelles e di Parigi. L’uomo, che si è fatto esplodere all’aeroporto della capitale belga, e che finora era considerato ‘semplicemente’ l’artificiere del commando, era ricercato dal marzo 2014 perché appartenente a un gruppo fondamentalista di matrice islamica. Secondo gli inquirenti Laachraoui, che nel 2013 era partito per la Siria, reclutava giovani per il sedicente Stato Islamico.

In conferenza stampa suo fratello Mourad, atleta della nazionale belga di Taekwondo, lo ricorda così: “Era un ragazzo gentile, soprattutto intelligente. Tutto qua, ecco come lo ricorderò. Dopo gli attacchi di Parigi la nostra casa è stata perquisita, nient’altro. È finita, cerco di voltare pagina. Non ho bisogno di capire, quel che è fatto è fatto”.

Intanto, a tre giorni dagli attacchi terroristici di Bruxelles, il riconoscimento delle 32 vittime prosegue lentamente. Finora solo 4 morti sono stati identificati. La procedura è rallentata a causa delle pessime condizioni dei cadaveri. Il bilancio potrebbe comunque appesantirsi: dei 300 feriti, almeno 61 sarebbero in gravissime condizioni.