ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Divide la Bosnia la condanna a Radovan Karadzic

Scontenta un po’ tutti in Bosnia la condanna di primo grado a 40 anni per Radovan Karadzic, primo presidente della Republika Srpska. Il verdetto del

Lettura in corso:

Divide la Bosnia la condanna a Radovan Karadzic

Dimensioni di testo Aa Aa

Scontenta un po’ tutti in Bosnia la condanna di primo grado a 40 anni per Radovan Karadzic, primo presidente della Republika Srpska. Il verdetto del Tribunale penale internazionale e’ giudicato eccessivo dagli amici e troppo indulgente dai nemici.

“Che altro avrebbe meritato se non una condanna per tutta la vita… Non so se la sua famiglia sia ancora in vita, ma noi abbiamo perso tutti. Io sono sola”.

La sentenza riapre vecchie ferite come quella di Srebrenica, teatro di una strage di musulmani.

“Quaranta anni sono una vittoria per lui, dopo tutto quello che ha organizzato, che ha ordinato e che ha fatto”.

“I cittadini di Bosnia che vivono qui credono che solo una condanna all’ergastolo possa chiudere i conti col passato, dopo più di vent’anni”.

A Pale, roccaforte dei serbobosniaci i giudizi mutano di segno:

“Una condanna a 40 anni di prigione, credo, finirà per sollevare le proteste dei serbi. Di sicuro non aiuta la pace e la riconciliazione. Se lo avessero liberato lo stesso problema si troverebbe dall’altra parte. Non credo che questa sentenza migliorerà i rapporti tra serbi e musulmani”.

“A nessuno piace questa sentenza, e le cose non andranno meglio dopo. La gente è contrariata. Qui la qualità della vita è già bassa, e questa novità porterà altra rabbia”.