ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bruxelles invoca più cooperazione contro il terrorismo, Valls: "Risposta europea"

A Bruxelles il premier francese Manuel Valls, il suo omologo belga Charles Michel e il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker hanno

Lettura in corso:

Bruxelles invoca più cooperazione contro il terrorismo, Valls: "Risposta europea"

Dimensioni di testo Aa Aa

A Bruxelles il premier francese Manuel Valls, il suo omologo belga Charles Michel e il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker hanno deposto corone di fiori davanti alla stazione della metropolitana di Maelbeek, dove sono morte 20 persone. Serve una “risposta europea” al terrorismo, concordano i tre.

“Siamo in guerra”, ha detto Valls nel corso di una conferenza stampa congiunta. “Servono controlli di frontiera sistematici nella zona Schengen e il dispiegamento di guardie di frontiera europee. È urgente implementare la lotta contro il traffico delle armi e adottare il PNR europeo che consente di seguire gli spostamenti dei terroristi”, ha spieagato Valls facendo riferimento alla normativa che prevede la registrazione centralizzata di dati che riguardano tutti i passeggeri dei voli da e per l’Unione europea, o anche nazionali, per un periodo di due anni.

“Serve un’Unione della sicurezza”, ha incalzato il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker. “Vorrei che il Consiglio dei ministri europeo adottasse in maniera rapida le decisioni sulla protezione delle frontiere esterne e la direttiva sulle armi sulla quale non deve cedere a pressioni delle lobby ma mantenere lo spirito che è essenziale”.

Per dare una “risposta europea” agli attacchi del 22 marzo, una riunione straordinaria dei ministri degli Interni e della Giustizia dei paesi dell’Unione Europea è convocata giovedì a Bruxelles.