ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Bruxelles: caccia ai complici degli attentatori


Belgio

Bruxelles: caccia ai complici degli attentatori

Alla fine della giornata più lunga per Bruxelles il bilancio è di 34 morti e 240 feriti nel doppio attentato dell’Isil compiuto all’aeroporto internazionale e alla stazione della metropolitana Maelbeek. Il livello di allarme in città rimane alto, mentre la polizia compie perquisizioni alla ricerca di 5 sospettati, in particolare nel quartiere periferico di Schaerbeek.

In serata il nostro corrispondente James Franey ha riferito: “Qui nella zona di Schaerbeek a Bruxelles la polizia ha chiuso un’area di 3 km quadrati per compiere una perquisizione che è andata avanti per almeno due ore. Secondo informazioni dei media belgi, che sono state confermate dalla procura federale, a questo indirizzo sono stati trovati un ordigno artigianale e una bandiera dell’Isil.”

Ricercato in particolare un uomo ritratto dalle telecamere di sorveglianza dell’aeroporto assieme a due presunti kamikaze, ma che non si sarebbe fatto saltare in aria e sarebbe fuggito.

L’Isil, attraverso la sua agenzia Amaq, ha dichiarato che “una cellula segreta dei soldati del Califfato” ha colpito Bruxelles. Il comunicato minaccia tutti i Paesi dell’alleanza contro il sedicente Stato islamico: “Quello che vi aspetta sarà ancora più duro e amaro”.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Edf rinvia la decisione sui reattori nucleari di Hinkley Point