ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cuba attira le prime compagnie alberghiere e di viaggi statunitensi

La normalizzazione dei rapporti Stati Uniti-Cuba avrà un impatto significativo anche sul turismo. E arrivano anche gli albergatori statunitensi. La

Lettura in corso:

Cuba attira le prime compagnie alberghiere e di viaggi statunitensi

Dimensioni di testo Aa Aa

La normalizzazione dei rapporti Stati Uniti-Cuba avrà un impatto significativo anche sul turismo. E arrivano anche gli albergatori statunitensi. La catena Starwood sarà la prima a stabilirsi sull’isola dalla rivoluzione del 1959.

In particolare convertirà l’hotel Inglaterra, aperto nel cuore dell’Avana nel 1875, in un albergo di lusso.

“Siamo molto entusiasti nell’annunciare che Starwood è la prima società alberghiera statunitense ad arrivare a Cuba”, afferma Jorge Giannattasio, direttore della sezione latino-americana di Starwood Hotels & Resorts.“Gestiremo due hotel, uno di lusso, e l’altro della catena Four Points di Sheraton”.

Altra società a ottenere un primato, il gruppo Priceline che sarà la prima agenzia di viaggi online statunitense a proporre camere attraverso la propria sussidiaria Booking.

“Oggi l’Avana è affollata di turisti”, continua Giannattasio. “Arrivano oltre quattro milioni di visitatori l’anno, sono stati 3,9 milioni quelli dell’anno scorso. Quest’anno ne arriveranno ancora di più con l’attivazione di probabilmente oltre 100 voli al giorno dagli Stati Uniti. Se ciò accade ovviamente la quantità di viaggiatori verso l’Avana e Cuba balzerà alle stelle”.

Dallo scorso aprile gli statunitensi potevano già prenotare una stanza o un appartamento su Airbnb.

In coincidenza con la visita di Obama il sito è stato autorizzato dal governo statunitense ad accettare le prenotazioni di clienti da tutto il mondo. Airbnb propone già 4000 sistemazioni.