ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dopo il blitz polemiche a Molenbeek sulle misure di sicurezza

Le autorità di Francia e Belgio elogiano il lavoro dei servizi di sicurezza, ma qui restano aperte molte domande. Soprattutto sulla facilità con cui

Lettura in corso:

Dopo il blitz polemiche a Molenbeek sulle misure di sicurezza

Dimensioni di testo Aa Aa

Le autorità di Francia e Belgio elogiano il lavoro dei servizi di sicurezza, ma qui restano aperte molte domande. Soprattutto sulla facilità con cui Abdeslan si sia potuto nascondere nella sua città natale per più di quattro mesi, venendo catturato a pochi isolati di distanza della sua casa di famiglia.

L’intervento dei corpi speciali ha portato a bloccare per ore i movimenti in una ampia parte del quartiere di Bruxelles, accrescendo la tensione anche a causa delle centinaia di persone che non potevano rientrare nelle proprie case.

“Si fa di tutta l’erba un fascio, e si dimentica che la comunità marocchina è qui da 40 o 50 anni e lavora duramente. Non si può dire che qui ci sia la base della jihad, non è così, si deve cercare altrove”.

Nel corso del blitz una cinquantina di bambini di una scuola elementare della zona sono stati isolati nell’ala più protetta dell’istituto, dove hanno dovuto attendere delle ore prima di riabbracciare i genitori.