ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giappone-Corea del Sud: scontro sulle isole contese non risparmia i libri

I libri di geografia per le scuole riaccendono la disputa delle isole contese tra Giappone e Corea del Sud. Le rivendicazioni territoriali di Tokyo

Lettura in corso:

Giappone-Corea del Sud: scontro sulle isole contese non risparmia i libri

Dimensioni di testo Aa Aa

I libri di geografia per le scuole riaccendono la disputa delle isole contese tra Giappone e Corea del Sud.

Le rivendicazioni territoriali di Tokyo finiscono nei programmi degli studenti giapponesi e le isole Dokdo, Takeshima in giapponese, riaccendono le tensioni internazionali che coinvolgono anche la Cina.

Otto dei dieci libri di geografia approvati per il prossimo anno scolastico definiscono le isole ‘territorio giapponese’ e sostengono che Seul le occupi illegalmente.

“Deploriamo con forza il fatto che il governo giapponese abbia approvato ancora una volta, il 18 marzo, i testi per le scuole superiori che propongono una prospettiva distorta della storia – ha detto il ministro degli Esteri sudcoreano, Cho June-hyuck – Comprese le affermazioni inappropriate sulle isole Dokdo che sono, storicamente, geograficamente e internazionalmente riconosciute alla Corea del Sud e noi ne chiediamo la rettifica immediata”.

Un passo indietro dopo che, a novembre dello scorso anno, i rappresentanti di Giappone e Corea del Sud avevano avuto il primo vertice bilaterale dal 2012.

La questione delle isole contese riguarda diversi arcipelaghi e moltiplica gli scontri diplomatici: a metà marzo, la Cina ha annunciato che darà il via, entro il 2016, ai collegamenti con aerei civili da e per l’isola di Woody.