ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ginevra. Oggi l'inviato Onu De Mistura incontra delegati opposizione siriana

Il colpo di scena del ritiro della Russia dal teatro siriano non sembra destinato a facilitare il dialogo a Ginevra. Le parti in campo tornano a

Lettura in corso:

Ginevra. Oggi l'inviato Onu De Mistura incontra delegati opposizione siriana

Dimensioni di testo Aa Aa

Il colpo di scena del ritiro della Russia dal teatro siriano non sembra destinato a facilitare il dialogo a Ginevra. Le parti in campo tornano a trovarsi in Svizzera per provare, sotto l’egida delle Nazioni Unite, a passare dal caos militare al dialogo politico. Ma il regime di Bashar Al-Assad dichiara che discutere con un’opposizione frammentata ed eterogenea è impossibile.

Bashar Al-Jaafari, capo negoziatore per il governo siriano: “Il nostro dialogo a Ginevra si basa sul fatto che non vengano poste condizioni. Questo dialogo è interno alla Siria, senza ingerenze straniere. Siamo già costretti a negoziare con una galassia di opposizioni frammentate che non hanno un programma coerente. Porre delle condizioni per progredire nel dialogo significa determinare lo stallo e votare questa nuova sessione al fallimento come è accaduto l’ultima volta” ha detto ai microfoni di euronews.

Dopo l’incontro ieri tra Al-Jaafari e l’inviato dell’Onu Staffan De Mistura, quest’ultimo vedrà oggi i rappresentanti dell’opposizione. Hind Aboud Kabawat, membro della delegazione dell’opposizione siriana:

“Siamo qui a Ginevra per un motivo. Vogliamo rendere migliore la vita dei siriani. Ringraziamo molto le Nazioni Unite per il ruolo che stanno avendo. So che stanno facendo tutto il possibile per la pace per migliorare la situazione in Siria. Come opposizione siriana dell’Alto Consiglio per i Negoziati, le persone cui dobbiamo rendere conto sono semplicemente i milioni di siriani in stato di necessità e il bisogno d’avere un governo di transizione per il popolo siriano” ha detto.

L’inviata di euronews a Ginevra, Faiza Garah: “In attesa della riunione tra l’inviato dell’Onu per la Siria e l’opposizione siriana, sono molte le domande in sospeso riguardo questo nuovo capitolo di discussioni: si riuscirà ad abbozzare un accordo politico che apra la strada alla fine della guerra in Siria?”.