ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un occhio indiscreto sulla Corea del nord

Un viaggio un po’ particolare quello descritto dalle immagini del fotografo polacco Michał Huniewicz. Una settimana nel Paese proibito scattando foto

Lettura in corso:

Un occhio indiscreto sulla Corea del nord

Dimensioni di testo Aa Aa

Un viaggio un po’ particolare quello descritto dalle immagini del fotografo polacco Michał Huniewicz. Una settimana nel Paese proibito scattando foto che poi sono state fatte uscire, passando tra le maglie della censura, per mostrare una realtà diversa da quella descritta dalla propaganda ufficiale.

Michał Huniewicz è riuscito a conservare le immagini, cosa che invece non è riuscita a un suo collega che si è visto sequestrare tutto il materiale dai solerti censori del regime.

Primo passo è stato quello di prendere una foto a figura intera Kim Il-Sung e Kim Jong-Il una volta attivati sulla piazza principale di Pyongiang. Un consiglio per mostrarsi subito entusiasti di fronte agli accompagnatori del governo che non hanno quasi mai perso di vista gli ospiti.

Quello che fuoriesce da queste immagini è una grande povertà in mezzo alla megalomania veterocomunista del regime nord coreano. Michał Huniewicz riesce a ritrarre la fissità dei volti degli abitanti, come se fossero semplici comparse in una vita che qualcun altro ha ritagliato e costruito per loro. Una vita senza gioia nella monotonia dell’ultimo Paese davvero comunista al mondo.

Le foto mostrano un’architettura che ricorda quella degli anni della Rdt e dell’Urss.

Michał Huniewicz racconta come, nel suo viaggio si siano verificate anche cose assurde come lo scoprire che nell’ascensore dell’hotel per stranieri non esisteva il bottone per fermare la cabina al quinto piano. O come si sia sentito nell’arrivare, a bordo dell’unico convoglio che in quella giornata era entrato nella stazione di Pyongiang. Un treno-modello solo per stranieri. Senza nessun coreano a bordo eccezion fatta per il personale di bordo e per la scorta del ministero degli interni.

Michał Huniewicz ha raccontato la Corea del nord come non l’avete mai vista.

Questo il progetto completo (Road to North Korea e Ostensibly ordinary: Pyongyang) di Michał Huniewicz sul suo blog, la sua pagina Facebook questo il suo conto Twitter