ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A Lione la prima retrospettiva in Francia dedicata a Yoko Ono

Lettura in corso:

A Lione la prima retrospettiva in Francia dedicata a Yoko Ono

Dimensioni di testo Aa Aa

"Speciale Yoko Ono: luci dell'alba" raccoglie i lavori dell'artista dal 1952 ad oggi, compresi alcuni corti sperimentali e il prodotto della collaborazione con il marito Jhon Lennon, nel periodo di in

“Speciale Yoko Ono: luci dell’alba” raccoglie i lavori dell’artista dal 1952 ad oggi compresi alcuni corti sperimentali e il prodotto della collaborazione con il marito John Lennon, nel periodo di intenso attivismo per la pace e i diritti umani.

Un’occasione per ripercorrere la carriera e il pensiero di un’artista che in passato è stata descritta come “la più famosa artista sconosciuta”. Thierry Raspail, direttore del Museo di Arte Contemporanea di Lione:

“Lei esprime qualcosa di rivelante per l’arte e la società, ci dice: la palla è nel tuo giardino. Se vuoi che le cose cambino, che migliorino, smetti di incolpare gli altri. Prenditi le tue responsabilità”.

Fu tra i primi artisti ad esplorare l’arte concettuale e le performance artistiche. La produzione di Ono è stata più volte stroncata dai critici. Il britannico Brian Sewell disse di lei: «Non ha creato nulla e non ha contribuito a niente, Se non fosse stata la vedova di John Lennon, adesso sarebbe stata totalmente dimenticata…».

Le opere di Ono sono state in seguito rivalutate da diversi studiosi e critici d’arte.