ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: lunedì nuovo round di negoziati, per regime Assad è linea rossa

Lettura in corso:

Siria: lunedì nuovo round di negoziati, per regime Assad è linea rossa

Siria: lunedì nuovo round di negoziati, per regime Assad è linea rossa
Dimensioni di testo Aa Aa

La sorte di Bashar Al Assad divide i partecipanti al nuovo round di negoziati sulla Siria che si apre lunedì a Ginevra, mentre il conflitto entrerà nel suo sesto anno il 15 marzo.

Il regime difende il mantenimento di Assad come presidente, mentre i vari gruppi di opposizione che partecipano alle trattative hanno ribadito la necessità di un esecutivo di transizione, senza Assad. Per il salafita Mohammed Alloush (Jaysh al-Islam) la transizione deve cominciare “con l’uscita di scena del presidente siriano o la sua morte”.

“Il numero di violazioni commesse dal regime è stato di oltre 350 negli ultimi 14 giorni”, ha aggiunto Alloush. “Tutto questo prova che il regime non si impegna a rispettare la tregua”.

“Non negozieremo con chi vuole discutere della presidenza, Bashar Al Assad è una linea rossa”, ha commentato da Damasco il ministro degli Esteri siriano Walid Mouallem che ha anche criticato l’inviato dell’Onu De Mistura secondo il quale elezioni legislative e presidenziali devono essere organizzate entro 18 mesi.

“Né Staffan De Mistura né qualsiasi altra persona ha il diritto di parlare di elezioni presidenziali”, ha asserito Mouallem. “Le elezioni sono un diritto esclusivo del popolo siriano. Quindi tutto ciò che ha detto De Mistura è in contrasto con tutti i documenti delle Nazioni Unite sui quali si basa il dialogo”.

Nella provincia di Hama i ribelli avrebbero abbattuto un aereo di combattimento del regime. Lo afferma anche l’Osservatorio siriano per i diritti umani secondo il quale il gruppo islamista Ahrar al-Sham ha sparato due missili contro il velivolo che sorvolava la località di Kafr Nabudah.