ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Otegi abbraccia i suoi sostenitori: "nuova strategia per battere il nemico"

Il leader separatista basco è da pochi giorni in libertà e torna subito a fare politica.

Lettura in corso:

Otegi abbraccia i suoi sostenitori: "nuova strategia per battere il nemico"

Dimensioni di testo Aa Aa

Per circa 8.000 baschi il tempo si è fermato a poco meno di 7 anni fa. Riunite all’arena Anoeta di San Sebastian, hanno accolto come un trionfatore Arnaldo Otegi, leader separatista incarcerato nel 2009 con l’accusa di terrorismo.

Se è vero che i venti secessionisti spirano forti in Catalogna, però, nei Paesi Baschi non paiono altrettanto intensi. Alle ultime elezioni si sono affermati, con percentuali quasi identiche Podemos e Euzko alderdi jeltzalea, il partito nazionalista. La coalizione Euskal Herria Bildu, di cui fa parte anche Sortu che rappresenta, in qualche modo, l’eredità di Batasuna, si è fermata al 15% dei consensi.

Ciononostante Otegi è sicuro di avere ancora molto da dire sulla scena politica.

Dal palco allestito all’interno del velodromo ha affermato: “Dobbiamo riflettere su cosa ci è successo. Secondo il mio modesto parere. Perché se c‘è una cosa che la prigione ti dà è un sacco di tempo per pensare. Per pensare a come combattere meglio il nemico. Questo è quello che non sanno. Se dopo 18 mesi a Martutene abbiamo dato vita a una nuova strategia, lasciamogli immaginare cosa possiamo aver preparato in questi sei anni e mezzo”.

L’intenzione manifestata è quella di non fermarsi “fino a che non avremo avuto l’indipendenza”.

Otegi fu accusato di aver tentato di ricostituire il partito Batasuna, messo al bando nel 2003, sotto diretto comando dell’Eta. L’organizzazione terrorista ha poi, nel 2011, annunciato un cessate il fuoco permanente, anche se non ne è mai avvenuto il disarmo.

Secondo alcuni, il leader appena tornato libero avrebbe in mente di candidarsi alla presidenza della Regione, anche se per via della sua condanna è interdetto da pubblici uffici fino al 2021.