ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria, Cameron a Putin: basta bombardare civili e opposizione moderata

Una colonna di fumo si alza da Harbnafseh, nella provincia siriana di Hama, mentre si avverte il rumore provocato dal volo di un jet militare

Lettura in corso:

Siria, Cameron a Putin: basta bombardare civili e opposizione moderata

Dimensioni di testo Aa Aa

Una colonna di fumo si alza da Harbnafseh, nella provincia siriana di Hama, mentre si avverte il rumore provocato dal volo di un jet militare. Secondo chi ha diffuso questo video amatoriale girato martedì, si tratterebbe di un attacco russo, in violazione del cessate il fuoco.

Della Siria si è discusso anche a Amiens, in Francia. Dopo il vertice con il presidente Hollande, il premier britannico Cameron ha detto che “la tregua offre un’opportunità per avanzare nei negoziati di pace che riprenderanno il 9 marzo, ma soltanto se il regime siriano e i suoi sostenitori cambieranno atteggiamento. Per questo – ha aggiunto – venerdì diremo al presidente russo Putin che deve smetterla di attaccare la popolazione civile e l’opposizione moderata”.

Mosca però non ci sta a fare da capro espiatorio e diffonde le immagini di un altro attacco, a colpi di mortaio, in un villaggio siriano vicino al confine turco, proprio durante la visita di un gruppo di giornalisti internazionali.

“E’ stato terribile – sostiene Christoff Wanner, dell’emittente tedesca N24 – stavamo riprendendo alcuni edifici in rovina sulle colline, quando abbiamo sentito i primi due colpi. Forse sono stati quelli di al-Nusra, o i turchi, non ne sono certo”.

Difficile capire come stiano davvero le cose. Ma Washington rassicura: nelle ultime ventiquattr’ore, non ci sono state violazioni significative della tregua.