ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia, i giornalisti liberati: "E' una sconfitta per Erdogan"

Erano stati arrestati lo scorso novembre con l’accusa di spionaggio. Dopo 92 giorni di detenzione la Corte Costituzionale turca ha stabilito che la

Lettura in corso:

Turchia, i giornalisti liberati: "E' una sconfitta per Erdogan"

Dimensioni di testo Aa Aa

Erano stati arrestati lo scorso novembre con l’accusa di spionaggio. Dopo 92 giorni di detenzione la Corte Costituzionale turca ha stabilito che la loro detenzione era una violazione dei diritti umani. E così, i giornalisti di Cumhuriyet, Can Dundar ed Erdem Gul, sono stati rilasciati. Scatenando l’ira del presidente turco Erdogan. Questo quanto ha detto Can Dundar in conferenza stampa: “Abbiamo un presidente che non è abituato alla sconfitta. Invece di digerire quello che è successo, sta trasformando la vicenda in una crisi di stato. Ha dichiarato che non rispetterà nè accetterà la decisione della Corte. E’ la prima volta nella storia della Repubblica Turca che un presidente non rispetta una sentenza”.

Il presidente Erdogan ritiene infatti che l’inchiesta che i due hanno pubblicato sul passaggio di armi dei servizi segreti di Ankara in Siria, sia in realtà un’attività di spionaggio contro il Paese, che nulla ha a che fare con la libertà di stampa. I due giornalisti nonostante la scarcerazione, si trovano ad affrontare la condanna a un possibile ergastolo in un processo che inizierà il 25 marzo.