ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Oscar per "Il caso Spotlight", Iñárritu, Di Caprio e Brie Larson

“The Revenant” si lascia scappare l’Oscar per il miglior film, ma regala la prima statuetta come miglior attore a Leonardo di Caprio e lo storico bis

Lettura in corso:

Oscar per "Il caso Spotlight", Iñárritu, Di Caprio e Brie Larson

Dimensioni di testo Aa Aa

“The Revenant” si lascia scappare l’Oscar per il miglior film, ma regala la prima statuetta come miglior attore a Leonardo di Caprio e lo storico bis al regista Alejandro G. Iñárritu, già trionfatore l’anno scorso.

Per Di Caprio, attivista ambientalista, è l’occasione per parlare di ecologia nel lungo discorso di ringraziamento. “The Revenant è una storia sul rapporto
tra l’uomo e la natura”, ha dichiarato. “Il cambiamento climatico è reale ed è il problema più urgente che l’umanità deve affrontare.”

Il mglior film è “Spotlight” (o “Il caso Spotlight”, come è stato ribattezzato in italiano), che ricostruisce l’inchiesta del Boston Globe sui preti pedofili. Sua anche la statuetta per la migliore sceneggiatura.

“Il nostro film ha dato voce alle vittime e questo Oscar amplifica questa voce che vorremmo arrivasse al Vaticano” ha detto il regista e produttore Tom McCarthy. “È il momento di proteggere i nostri
bambini”.

Migliore attrice è Brie Larson, che in “Room” è perfetta nel ruolo della mamma che rivela al bambino di 5 anni l’esistenza di tutto un mondo sconosciuto oltre una porta blindata.

Il maggior numero di statuette, sei, è andato a Mad Max.

Standing ovation per Ennio Morricone, che, dopo tante nomINation, riceve a 87 anni il suo primo Oscar per la colonna sonora del film di Quentin Tarantino “The Hateful Eight”.