ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Oscar: ultimi preparativi per l'88esima notte

Operai, addetti, agenti di sicurezza sono impegnati negli ultimi preparativi prima dell’88esima cerimonia degli Oscar: le televisioni di tutto il

Lettura in corso:

Oscar: ultimi preparativi per l'88esima notte

Dimensioni di testo Aa Aa

Operai, addetti, agenti di sicurezza sono impegnati negli ultimi preparativi prima dell’88esima cerimonia degli Oscar: le televisioni di tutto il mondo, Euronews compresa, seguiranno l’evento in diretta, ed è una cerimonia che negli anni è cambiata molto.

È un lungo cammino quello fatto dagli Oscar: alla prima edizione, nel 1929, si trattò solo di un’elegante cena con 250 invitati, chiamati a celebrare i vincitori che erano già stati informati da giorni.

Oggi c‘è una giuria al lavoro, e le sorprese sono dietro l’angolo: si sa delle nomination, che però sono lontane dall’implicare una vittoria.

Per pura statistica, le dodici nomination di “The Revenant” consentono almeno di scommettere su qualche statuetta, almeno una per Leonardo Di Caprio, che non ha mai avuto l’Oscar come miglior attore, nonostante quattro nomination (questa è la quinta). Sempre la statistica porterebbe a escludere che il film possa ottenere il premio più ambito, perché il regista, il messicano Alejandro Gonzalez Iñarritu, ha vinto l’Oscar nel 2015, e non è mai successo che un regista si porti a casa due volte di fila la statuetta.

“Mad Max: Fury road”, dal canto suo, ha dieci nomination. I film d’azione hanno raramente vinto il premio più ambito.

Escluso dalla gara per il miglior film, ma con 6 nomination di peso, anche “The Martian” potrebbe essere tra i grandi protagonisti della serata.

In realtà però i marziani della serata sono, per la seconda volta consecutiva, gli afroamericani: le nomination sono tutte bianche, e c‘è da aspettarsi che il conduttore della serata, Chris Rock, qualche parola la dica. È che nessuno sa cosa dirà.