ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Svizzera respinge l'espulsione automatica degli immigrati che delinquono

La Svizzera ha votato massicciamente “no” al referendum con il quale l’UDC/SVP chiedeva una norma per espellere automaticamente dal Paese lo

Lettura in corso:

La Svizzera respinge l'espulsione automatica degli immigrati che delinquono

Dimensioni di testo Aa Aa

La Svizzera ha votato massicciamente “no” al referendum con il quale l’UDC/SVP chiedeva una norma per espellere automaticamente dal Paese lo straniero che si renda responsabile di reati.
Con poco meno del 59% di “No”, il risultato è un’amara sconfitta per l’UDC, prima formazione politica del Paese. Su 26 cantoni, solo 6 hanno votato maggioritariamente “Si”: tra questi, il Canton Ticino.

Simonetta Sommaruga, Ministro della Giustizia, è tra le persone che più gioiscono per il risultato:

“Oggi è stato un giorno importante per la Svizzera come Stato di diritto – ha commentato -: oggi non abbiamo sviluppato lo Stato di diritto, ma oggi gli elettori hanno salvato lo Stato di diritto.”

La proposta legislativa della destra è stata respinta soprattutto nei centri urbani e nei cantoni francofoni.

“Ciascuno ha il diritto di commettere degli errori, ci sono molti svizzeri che sbagliano e non vedo perché si debba trattare diversamente qualcuno che è nato in Svizzera ma da genitori che sono arrivati nel Paese 40 o 50 anni fa ma non hanno la cittadinanza, e hanno invece un permesso di residenza e di lavoro”, commentava un passante ginevrino poco prima del voto.

Con oltre il 57% dei consensi, gli Svizzeri hanno approvato anche il secondo traforo per il tunnel autostradale del San Gottardo, senza aumenti di capacità, mentre hanno respinto la proposta socialista “contro la speculazione sulle derrate alimentari” e quella centrista “per il matrimonio e la famiglia”.