ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'endorsment moderato per Donald Trump

Il governatore del New Jersey, Chris Christie, è il primo nome importante del Partito repubblicano, ad appoggiare il miliardario: "il nome più giusto per affrontare Hillary".

Lettura in corso:

L'endorsment moderato per Donald Trump

Dimensioni di testo Aa Aa

Un primo, pesante endorsment arriva dall’interno del Partito repubblicano, avvicinando Donald Trump alla candidatura alla Casa Bianca, è quello del governatore del New Jersey, Chris Christie.

Che ha già scelto anche l’avversario.

“Ciò che conta di più per il Partito repubblicano – ha affermato – è nominare una persona che ci dia le maggiori chance di battere Hillary Clinton. Posso garantirvi che se c‘è qualcuno che Hillary e Bill Clinton non vogliono vedere su questo palco a settembre è Donald Trump”.

L’endorsment di un esponente moderato del partito non cambia il consueto atteggiamento sopra le righe del miliardario. Che prende in giro Rubio dicendo “mai visto qualcuno sudare così”.

Il senatore della Florida ricambia con la stessa moneta, facendosi gioco della sgrammaticatezza dei tweet di Trump.

Anche se il più memorabile, almeno finora, resta quello in cui invitava a boicottare la Apple, dal suo iPhone.

L’endorsment di Christie non è, comunque, di certo una buona notizia per Rubio, considerato il candidato moderato dei repubblicani e quello maggiormente gradito al partito. In vista del Supermartedì (quando si voterà in 13 Stati), nel quale dovrebbe cercare di recuperare posizioni. Al momento gli sono stati assegnati solo 16 delegati, contro i 17 di Ted Cruz e, soprattutto, i 71 di Trump.