ULTIM'ORA

Lettura in corso:

MWC, gli smartphone low cost insidiano le grandi


società

MWC, gli smartphone low cost insidiano le grandi

Giornata di chiusura del Mobile World Congress. Riflettori puntati sui nuovi prodotti prodigio firmati Huawei, Xiaomi, TCL, Oppo che hanno spodestato Samsung in Cina e stanno sconfinando in territori finora dominati da Apple.

Economici, questi smartphone Android che grazie all’aggiunta di ulteriori costose funzionalità possono diventare alternative possibili, anche in Paesi finora considerati blindati per le grandi marche, come Europa, Stati Uniti e Corea del Sud.

Tina Tsai, Ufficio stampa Huawei:
“Prima di tutto conta l’innovazione. Abbiamo investito l’anno scorso circa 9 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo, per esempio abbiamo più di 15 mila persone che lavorano solo su questo”.

Prodotti competitivi a prezzi bassi. Questa è la carta giocata dalle marche emergenti per battere le grandi, il cui dominio ha le ore contate secondo gli osservatori: Samsung è fuori dalla top cinque in Cina e la crescita di Hawei ha messo in ombra i buoni risultati del quarto trimestre di Apple.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

società

Airbus, utile in crescita nel 2015